28/02/14

La politica è un sciogno...


Dobbiamo tornare a trovare il piacere di sognare.
Per esempio quando si arrivava a fine mese...
Haldeyde

26/02/14

Troppo informale


Beh, a me il discorso a braccio non è dispiaciuto. Renzi ha ottime capacità affabulatorie e un po' di scanzonata gioventù non fa di certo male in mezzo a quei parrucconi imbalsamati al Senato.
Speriamo che alle (tante) parole seguano anche i fatti.
Haldeyde

25/02/14

L'ha presa benino


Sì, lo so. La medesima battuta era nel titolo del post di ieri.
Ma mi piaceva molto e ho deciso di farla pronunciare ad un non più tanto compassato Enrico Letta.
Haldeyde

24/02/14

Ma vaffanfaccia!


Una precisazione: la vignetta risale a sabato sera, quando l'ho postata su facebook. 
Il giorno dopo appare praticamente identica sulla prima pagina de Il Fatto Quotidiano, ad opera dell'immenso Mannelli. Stasera, a Striscia la Notizia, Ezio Greggio fa la stessa battuta, precisa.
O sono un genio della satira, o era veramente fin troppo scontata.
Comunque, ho troppo sonno stasera per commentare seriamente l'investitura di Matteo Renzi. Fra l'altro io sono piuttosto umorale: prima mi innamoro di Grillo, salvo abiurare il giorno dopo le elezioni. Poi seguo con interesse ed aspettativa il giovane Renzi, salvo provare un malcelato fastidio per come si è autonominato premier. Non ne faccio una questione costituzionale: ai governi non eletti dal popolo mi sono abituato e, a dirla tutta, forse è meglio non farlo votare troppo spesso, il popolo, che in larga parte non capisce un cazzo. 
Ho sempre detto che, come per la patente di guida, bisognerebbe avere una patente per votare. Se non sei in grado è meglio impedirti di farlo. In questo sono democratico come Beppe Grillo.
Comunque, stessa maggioranza tenuta su col bostik, stesse facce, spartizione dei ministeri nelle varie correnti, manco fosse la divisione di un bottino. Sono curioso di vedere quali riforme farà questo governo, con dentro Alfano a fare da ago della bilancia.
Auguri.
Gli stessi che gli avrà fatto Letta.
Haldeyde

19/02/14

Sim Sala Bim


Come ha già avuto modo di ripetere, ho intenzione di vedere le carte di questo giovane volpone. So che il mio amico Alligatore dovrà soffocare un conato, ma sento di dovermi giocare questa ultima carta.
A maggior ragione dopo il triste andamento delle consultazioni odierne, dove un educato Renzi (che sarà magari anche l'espressione dei poteri forti occulti, delle banche, di Repubblica, della CIA e dei Meganoidi di Don Zauker) è stato interrotto da un maleducatissimo Grillo in vena di risse verbali, prima che potesse esprimere un qualche concetto.
Ricordo che, per la seconda volta, il referendum online del M5S ha dato un responso contrario a quanto indicato dai loro leader. Pertanto chapeau per il fatto che, nonostante la loro contrarietà, Grillo e soci siano andati da Renzi, rispettando il volere della maggioranza dei loro elettori online, ma se proprio dovevano buttarla in caciara potevano benissimo risparmiarsi il viaggio. Eh sì, perché mentre la maggioranza dei loro elettori gli diceva "andate là, parlatevi, trovate dei punti in comune e fate qualcosa per questo cazzo di paese con le pezze al culo", loro, anzi "lui", ha deciso che, in nome di una forsennata ed anacronistica coerenza, ci si dovesse pulire il sedere con l'opinione maggioritaria dei loro votanti certificati.
Quindi, caro Beppe, mi rimangio il mio voto. Per colpa tua, gente in gamba (come Di Maio) è condannata al tuo bavaglio. Non posso credere che tutti i tuoi parlamentari approvino il tuo becero modo di fare. Se ci sono queste tanto vituperate grandi intese fra PD, NCD e Forza Italia, è in buona parte colpa tua, che hai negato la possibilità di fare col PD poche cose, ma buone.
Con questo non voglio dire che Renzi mi convinca del tutto. Non mi è piaciuto il metodo con cui ha pugnalato Letta, anche se posso condividerne il merito. Purtroppo, se vorrà fare delle cose, dovrà farle con la medesima maggioranza che aveva Letta. Quindi stiamo freschi. Come ho già detto, però, mi voglio regalare la possibilità di andare a vedere come finirà. Il biglietto l'ho già pagato.
Dopodiché, andrò probabilmente ad ingrossare le fila degli astenuti.
Haldeyde 

18/02/14

15/02/14

Forever Casini


Un uomo che non rinuncerà mai al suo scranno.
E per fare ciò si accoderebbe, scodinzolando, al suo peggior nemico.
In questo, devo riconoscerlo, è sempre stato coerente.
Haldeyde

11/02/14

Sintonia di tromboni

Postavo su facebook questa vignetta e mi sfogavo così: "Renzi in sintonia con Berlusconi. Grillo in sintonia con Berlusconi. Ovunque voto, pesto una merda.".
In realtà non è proprio così. 
Non ho mai rinnegato le ragioni (allora adamantine) che mi hanno spinto a votare l'entusiasmo fresco e puro del M5S. Anche se poi ho scoperto come questo manipolo di entusiasti possa trasformarsi in una ghenga di talebani, senza alcuna tattica o strategia del medio periodo.
Così come voglio provare ad andare fino in fondo anche con Renzi, scoprire le sue carte, capire se è l'ennesimo bluff caciarone o davvero una risorsa energetica per questa politica asfittica.
Certo che è singolare come entrambi, M5S e Renzi, si stiano dando da fare per riabilitare, neanche tanto indirettamente, il condannato Berlusconi.
Ma forse è soltanto sindrome di Stoccolma, quella che colpisce la vittima che non riesce più a fare a meno del suo carceriere...Fatto sta che dopo la profonda sintonia di Renzi con Forza Italia sulla legge elettorale (che dopo un avvio in discesa sta incontrando i primi tornanti dello Stelvio), adesso c'è sintonia pure fra Forza Italia e M5S contro il Presidente della Repubblica.
M5S ha minacciato, poi ritirato, la messa in stato d'accusa per Napolitano. Forza Italia non avrebbe mai sostenuto fino in fondo l'impeachment, ma si sta dando molto da fare per screditarlo. Adesso poi è arrivato il cosiddetto scoop di Alan Friedmann che, nel suo libro, intervista Monti, Prodi, De Benedetti e tutti allegramente ammettono che Napolitano, già tre mesi prima dello spread a 575 e delle risatine Merkel-Sarkozy, stava lavorando per mettere il libero cittadino Monti al posto del democraticamente votato Berlusconi.
Spero che nessuno voglia chiedere a Napolitano di vergognarsene! Ve lo ricordate, vero, l'autunno del 2011? Ce la facevamo tutti nelle mutande per la speculazione finanziaria contro Piazza Affari e non c'era essere vivente, in Italia e nel mondo, che non attribuisse il merito di questo miracolo finanziario allo spudorato governo Berlusconi. Golpe o non golpe, Napolitano ha fatto bene a sbarazzarsi di Berlusconi e lo stesso Berlusconi è stato ben lieto di togliersi dalle palle prima che le azioni Mediaset valessero carta straccia.
Monti è stato l'equivalente delle piaghe d'Egitto, ma era quello che chiedevano i mercati, che poco dopo si sono placati (col nostro sangue ed il nostro culo).
Ricordo comunque ai signori della rinata Forza Italia che loro hanno votato TUTTE le riforme lacrime e sangue di Monti, messo lì magari anche anticostituzionalmente da Napolitano, che sostenevano il governo tecnico senza fiatare, che hanno applaudito quando Napolitano ha accettato il secondo mandato, che sono stati nel governo Letta fino all'altro giorno.
Almeno Grillo ed il M5S, nella loro disorganizzata follia, mantengono una certa coerenza nel dare addosso al Presidente.
Haldeyde

10/02/14

Approccio differente

Bravo Enrico!
Dopo la colletta araba ed il tifo per la squadra italiana a Sochi, ti aspettiamo in Italia per fare qualche riformina.
Senza troppa convinzione, però.
Haldeyde