01/01/17

Buon 2017...


Un abbraccio a tutti i miei amici blogger. Ultimamente ho poca voglia di scrivere e postare. Mi succede sempre nei periodi nei quali ci sarebbe più da dire e commentare. Forse perché quando tutto scorre più tranquillamente, è più facile cercare la leggerezza ed il sorriso. Invece, quando tutto ti sembra così chiaramente sbagliato, così assurdo, proprio allora ti passa perfino la voglia di commentare. 
Vigliaccheria, o stanchezza, forse. Di sicuro sto perdendo la voglia di sottolineare con vignette o frasi umoristiche ciò che mi sembra già ovvio.
Non è forse ovvio che stanziare 20 miliardi di euro per salvare il culo ai manager che hanno fatto fallire le banche, inchiappettando correntisti che vi versavano i risparmi di una vita, è fondamentalmente sbagliato, se fino a ieri ci dicevano che non ci sono fondi per i disabili o per la messa in sicurezza delle scuole, o la ricostruzione dopo il terremoto? Qualcuno stimava in 14 miliardi un piano Marshall per la messa in sicurezza del territorio contro la cementificazione selvaggia e le alluvioni, ma non ce ne sono per questo. Per le banche invece sì.
Non è forse ovvio che l'Italia è un paese morto, che si permette di avere una classe politica che rappresenta il peggio, il più becero, il più ignorante settore del paese? Se facciamo eccezione per le dittature o qualche governo africano o sudamericano, dove possiamo trovare ministri altrettanto impresentabili come la maggior parte dei nostri? In quale paese civile si possono sentire frasi sconnesse come quelle pronunciate da Poletti, che snobba la fuga della crema della gioventù italiana, come se centomila laureati, con idee, sogni e capacità, possano essere tranquillamente sostituiti da centomila immigrati arrivati sui barconi, affamati e scalzi?
Non è forse ovvio che è INTOLLERABILE la sopportazione di persone come Formigoni, che hanno la faccia tosta di restare al loro posto, dichiarando che i milioni e milioni di euro che hanno a loro disposizione sono frutto del risparmio di una vita?
E' per questo che a volte mi spengo e mi intristisco. Perché credo che sia ovvio a tutti, ma nessuno, come peraltro io, ha la forza, il coraggio, la voce di dire o fare qualcosa.
Perché stiamo ancora troppo bene.
Perché la merda ci sfiora, ma ancora non ci sommerge.
Buon 2017 a tutti.
Vi voglio bene, anche se non vi conosco di persona.
Haldeyde


2 commenti:

cristiana2011 ha detto...

Contraccambio con entusiasmo i tuoi AUGURI e ti ringrazio per quelli che mi hai inviati sul blog.
Io sono molto più anziana di , eppure ancora mi indigno per le persone spudorate: FORMIGONI, appunto
Un abbraccio!
Cri

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

Sai quando si affastellano e ti piombano a valanga notizie assurde e senti affermazioni altrettanto volgari o false o strampalate e e le senti in serie ed in sequenza senza soluzione di continuità, siamo tutti esseri umani ed un limite alla sopportazione si spalanca di fronte a noi. Tutto sta nel resistere magari con una piccola pausa per rifiatare e poi gettarsi di nuovo nella mischia come fai tu con le tue sagaci vignette.