30/12/13

Anticipo sui botti di Capodanno


Non ci sono parole per commentare i deliranti interventi del condannato Silvio Berlusconi alla vigilia del discorso di fine anno del Presidente della Repubblica. Mi fa meraviglia che da qualche angolo non siano ancora comparsi dei robusti infermieri con la camicia di forza pronta per essere indossata.
Metto qui sotto il link all'articolo di Repubblica, poi magari fatevi qualche risata:
In sostanza, la soluzione di Silvio è semplice e possiamo riassumerla liberamente così: siccome in questi vent'anni ho fatto cose meravigliose per il paese e solo i giudici comunisti ed i demagoghi populisti si ostinano a dire il contrario, gli italiani devono imparare a "votare bene" e a dare la maggioranza assoluta a Forza Italia. Solo in questo modo io potrò mettere il mio talento a disposizione del Paese e salvarlo dalla rovina nella quale lo hanno gettato i comunisti.
Ovviamente nemmeno una parolina sul suo personale contributo in questi ultimi anni a far perdere credibilità e competitività all'Italia, con un Parlamento perennemente indaffarato a risolvere soltanto ed esclusivamente le sue beghe personali con la giustizia e finanziarie.
La cattiva politica ci ha messo del suo, negandoci la scossa positiva che avevo proposto, scegliendo invece la solita strada sbagliata: le tasse e spesa pubblica a pioggia...
A parte il fatto che è dimostrabile il contrario, ovvero che sotto i tuoi governi le tasse sono aumentate, nonostante i condoni a raffica, la mia domandina è semplicissima: tu e la nuova Forza Italia siete all'opposizione da poche settimane. Dopo che hai lasciato il paese nella merda con lo spread a 575 punti, tu ed il tuo PDL avete votato TUTTE le leggi lacrime e sangue del governo Monti prima e Letta poi, salvo fare i difensori del popolo adesso che le porcate più grosse ai suoi danni le avete già fatte. 
Devo riconoscerlo: in questo siete dei fenomeni.
Lo spartiacque fra noi e sinistra sta nella concezione che la seconda ha del governare, troppo infarcita di tasse e patrimoniali. Dimmi il nome di UNA patrimoniale che ha messo la sinistra! C'era l'Imu, proposta la prima volta proprio da Tremonti/Berlusconi ed anticipata da Monti, ma voi l'avete fatta togliere, preferendo ammazzare i poveracci con Tari, Tasi, IUC, Trise e mini-Imu. 
Forza Italia è l'unico baluardo a difesa dei risparmi. Sì, i tuoi, però.
La parte più bella è quella dei brogli: i nostri amici democristiani (sic!) ci hanno assicurato che ci sono stati sottratti almeno 1 milione e 600 mila voti in tutta Italia a causa dei brogli attuati dalla sinistra. Beh, se lo dicono gli amici democristiani... loro sì che se ne intendono.

Insomma, capisco che nessuno abbia il cuore di andarlo ad arrestare (non è stato condannato, il ragazzo?), ma almeno mandategli a casa un dottore bravo.
Haldeyde

27/12/13

Restate a casa


Quattro milioni di italiani riusciranno a mettersi in viaggio per una vacanza natalizia. Sembrano tanti, ma saranno l'11% in meno dell'anno scorso, il 2012, che è già stato un anno di pesante recessione.
Se apriamo un giornale od ascoltiamo un notiziario, sono queste le cifre per le quali l'Italia piange, ovvero il -11% di vacanzieri, meno soldi spesi per il cenone, meno regali sotto l'albero, il Pil che piange miseria.
Quattro milioni in viaggio. Pochi, allora...
Ma quattro è anche meno di quattro virgola otto. Lo dice la più elementare matematica di base. 
Ma che cos'è questo 4,8 milioni, cifra che varia a seconda dell'agenzia che li calcola?
4,8 milioni sarebbero gli italiani in condizioni di povertà assoluta.
Definizione di povertà assoluta fornitaci dall'Istat: “La soglia di povertà assoluta corrisponde alla spesa mensile minima necessaria per acquisire il paniere di beni e servizi considerati essenziali, nel contesto italiano e per una determinata famiglia, a conseguire uno standard di vita “minimamente accettabile”. Le famiglie con una spesa mensile pari o inferiore al valore della soglia (che si differenzia per dimensione e composizione per età della famiglia, per ripartizione geografica e ampiezza demografica del comune di residenza) vengono classificate come assolutamente povere. Nel 2011, per una famiglia di due componenti adulti (18-59 anni) di un piccolo comune la soglia di povertà assoluta è pari a 984,73 euro, se residente nel Nord, e a 761,38 euro, se nel Mezzogiorno; scende a 918,93 euro e 704,69 euro rispettivamente qualora uno dei due componenti abbia più di 74 anni”.

Quindi un italiano su dieci, circa, non è in grado di conseguire uno standard di vita minimamente accettabile, rinuncia a mangiare carne, non riesce a pagare l'affitto e le spese, rinuncia al dentista per i propri figli. Altro che Cortina. Altro che veglione di Capodanno.
Non solo, ma nel 2007 i poveri assoluti erano 2,4 milioni, la metà secca rispetto ad oggi. Significa che altri 2,4 milioni di individui che nel 2007 vivevano come me, erano come me, ovvero in condizioni di vita assolutamente dignitose di perfetta autosufficienza economica, oggi hanno visto la loro condizione di benessere svanire, fino a non riuscire a dare da mangiare ai propri bambini in modo adeguato.
Un milione di poveri assoluti in Italia sono bambini.
Ma non è che gli altri stiano tutti a Capri o Cortina. Dieci milioni sono gli italiani in condizioni di povertà relativa, ovvero hanno difficoltà nella fruizione di beni e servizi.

Il nostro attuale governo, per dare una mano a questi poveri assoluti e relativi, non ha ancora abbassato una pensione d'oro, un affitto d'oro, una consulenza d'oro, uno stipendio di parlamentare o consigliere o manager statale. Non ha tolto un centesimo di euro dalle tasche dei ricchi.
Anzi, per non dar loro il dispiacere di pagare l'Imu sulle loro prime magioni, si inventa la cortina fumogena del cambio di nome (Service Tax, Trise, Tari, Tasi, Tarsu, Iuc), per poterla fare pagare lo stesso, ma democraticamente a TUTTI, anche a chi la casa non ce l'ha di proprietà, ovvero affittuari e studenti.
Poi qualche accisa sulla benzina (contentissimi i camionisti e i pendolari, come se non avessero già i loro problemi), aumenti sulle sigarette, francobolli e qualche altra gabella che ci verrà propinata con un trionfale "abbiamo abbassato le tasse! Evviva!". Ed i telegiornali a fare da grancassa...
Qualcuno dirà: "Ma come? Io pago più di prima! Non arrivo a fine mese!", e sarà tacciato di populismo, o peggio, di essere un grillino (che oggi non è più un gran vanto nemmeno per chi grillino lo è).

Insomma, il governo è molto più preoccupato del ribasso del numero di zamponi e lenticchie che finiranno nelle pance dei fortunati che un veglione potranno permetterselo, piuttosto che dei poveri assoluti.

Quindi, mi scuseranno gli abitanti di Cortina e Capri, ma non riesco a celare un sorriso quando penso alle turiste impellicciate sotto cumuli di neve o sotto i marosi, se Dio vuole anche senza corrente elettrica...
Haldeyde




24/12/13

Killing Santa Claus


Il Natale non è solo una ricorrenza, ma uno stato d'animo. 
Chi mi conosce sa che, fin da quando ero piccolo, il Natale ha sempre avuto su di me un effetto come di una maligna combinazione fra IMU, Tares, la morte del gatto ed una fastidiosa dermatite nel solco anale. 
Attraverso da allora questa ricorrenza in apnea, sperando, come un novello Maiorca, di riemergere al 7 gennaio senza affogare.
Tuttavia, a tutti coloro che ancora vivono queste festività come un periodo di pace e di serenità, auguro di cuore che questo Natale gliele porti in abbondanza. 
Un caloroso abbraccio a tutti.
Haldeyde

22/12/13

Scommettiamo che?

Riescono davvero a votare delle cose assurde, con il candore di un bambino.
Stiamo ancora troppo bene.
I forconi sono ancora troppo pochi...
Haldeyde

18/12/13

La mosca bianca del PDL


La notizia non è più quella che riguarda un politico indagato per peculato.
La notizia è quando l'indagato per peculato i soldi li aveva restituiti.
Così mi crolla un mito.
Haldeyde

17/12/13

Autostima cercasi


Trilioni di terabytes di informazioni assolutamente inutili girano senza sosta in rete.
Condivisioni di foto di ciò che si sta mangiando, di dove si sta oziando, della consistenza e colore del proprio evacuato, veleggiano senza una precisa meta e senza ritegno attraverso i social network.
E le mie vignette fra queste informazioni effimere.
E nessuno che clicca "mi piace".
Maledetti. 
Haldeyde

16/12/13

Con Silvio i forconi diventano porconi

Il Cavaliere fa l'avanguardia del movimento dei forconi.
Spero che, alla prima frenata, gli si piantino tutti nel ...


Interessante, questo Berlusconi come sostenitore del movimento del 9 dicembre, un po' impropriamente ribattezzato "dei forconi". Un grazioso ossimoro.
Un po' come se l'associazione dei mariti violenti solidarizzasse con le donne maltrattate.
Come se i cacciatori si facessero portavoce dei fringuelli e delle cinciallegre.
Come se Dracula prestasse la sua immagine all'Avis.
Come se i preti pedofili pregassero per i bambini vittime di abusi (ah, è vero: già lo fanno...).
Come se i padroni dei cani che scagazzano sui marciapiedi appoggiassero le istanze degli involontari pestatori di merde.
Insomma, cari forconi, io capisco ed in parte solidarizzo con voi. Non intuisco benissimo la vostra strategia, ma da tempo sostengo che esiste il rischio concreto che la gente disperata si unisca in un fronte compatto, anche se di origine eterogenea, e si opponga con violenza alle istituzioni che per anni li ha traditi e presi per i fondelli.
Io vi capisco, non riesco a darvi torto.
Ma attenti alle infiltrazioni...
Occhio a Casa Pound, a Forza Nuova e a tutti gli estremisti che non vedono l'ora di spaccare qualche testa e dare la colpa a voi ed alle ragioni in parte sacrosante del vostro movimento di protesta.
Ma soprattutto occhio a Berlusconi e a Forza Italia....
Non fatevi cavalcare da chi ha le principali responsabilità dello sfacelo contro quale voi state protestando oggi.
Non dimenticatevi MAI che se l'Italia è diventata un paese di mendicanti e straccioni lo dobbiamo soprattutto, anche se non esclusivamente, a lui ed alla sua ghenga.
Haldeyde

10/12/13

Presi per il Q.

E dire che ti ho votato, Beppe.
Prima riempi il Parlamento di nerds che credono alle sirene, o che l'umanità sia controllata dagli americani mediante microchip sottocutanei.
Poi cacci senza diritto di replica quelli che esprimono una opinione non allineata ai tuoi diktat emessi via sms.
Poi fai le liste di proscrizione per i giornalisti che non ti sono graditi.
Diciamo che mi sarei aspettato qualcosa di meglio.
Tipo che non avresti fatto l'opposizione insieme a Berlusconi.
Invece...
Haldeyde

09/12/13

Va bene così


Ribadendo il mio stato confusionale e la mia eterna incoerenza, sono tornato (ebbene sì) a votare alle primarie del PD.
Chi mi legge, o ha lo stomaco di sorbirsi le mie vignette, sa quanta stima e quanta fiducia io nutri per il mio ex-partito, ultimamente. Così tanta fiducia che negli ultimi anni sono prima migrato nell'IDV di Di Pietro, fino ad atterrare, con dissennato entusiasmo, sul Movimento 5 Stelle. Ogni migrazione frutto di un travagliatissimo percorso interiore che mi ha portato sempre a votare con convinzione per una forza politica fortemente contrapposta alla destra, ma che fosse tutto meno che il grigio, muffo e polveroso PD di Bersani, Franceschini, D'Alema e company.
Posso dire in coscienza di non aver mai votato con leggerezza, che le mie scelte sono sempre state elaborate con profondo scrupolo, anche quando me ne sono pentito subito dopo... Proprio come mi è successo all'alba del giorno seguente all'aver contribuito a portare in Parlamento un centinaio di lemmings telecomandati dagli sms di quell'inquietante personaggio che è Casaleggio.
Eppure, nonostante la delusione, sento sempre il richiamo delle primarie del PD. Ci sono sempre andato e sempre con un inspiegabile entusiasmo, legato alla speranza di partecipare ad un cambiamento.
Sono andato a votare Veltroni alle primarie, anche se ero già convinto di votare IDV.
Sono andato a votare Renzi, due volte, compreso il ballottaggio, quando ha perso con Bersani. Ed già ero certo che avrei votato Grillo.
Perché lo faccio, allora? Mi puzzano i due euri? No, perché mi piace partecipare ad un qualcosa di sinistra. Perché voglio avere mille dubbi prima di votare. Perché voglio poter scegliere fra due cose differenti, ma che mi intrigano, piuttosto che fra una merda secca ed una merda putrefatta. Sono stanco di votare il meno peggio, quindi ben venga l'ampia scelta.
Se alle vecchie primarie avesse vinto Renzi, avrei avuto molti più dubbi, avrei elaborato qualcosa dentro al mio stomaco, invece di votare ancora per il meno peggio come unica alternativa.
Oggi ha stravinto Renzi ed io sono contento perché adesso posso ripiombare nel mio piacevole travaglio interiore, che mi porterà a scegliere se fidarmi di questo giovane furbissimo volpone, o a dare un'altra chance a quella manica di psicopatici dei M5S.
Sono contento che abbia vinto Renzi, e non perché mi sia straordinariamente simpatico o perché incarni a pennello il mio ideale di sinistra: sono contento perché è l'unico che può provare a cambiare le cose. Il cambiamento porta sempre qualcosa di positivo. Benvenuto cambiamento.
Istintivamente avrei votato Civati, ma sarebbe stato un voto perso. Anche se, per assurdo, avesse vinto Pippo, non lo avrei visto nuotare agevolmente fra le varie correnti e correntine del PD. Troppo giovane e simpatico per vederlo affogare.
Renzi ha l'energia, il carisma, le spalle coperte da poteri forti (certo, non convenzionalmente di sinistra) per poter cambiare questo rantolante PD. O per distruggerlo definitivamente. Non importa. Un PD di dalemiani è meglio che si estingua.
E' un rischio che preferisco correre. Non si cura la cancrena semplicemente standola a guardare.
Poi, magari, ci ripenso e rivoto Grillo.
Ma stavolta sarò più selettivo nello scegliere.
Haldeyde

05/12/13

Condoni tombali


Che bello. Tutte le leggi porcata degli ultimi anni sono state votate da un parlamento incostituzionale.
Non è un paese meraviglioso, questo?
Haldeyde

04/12/13

Povero Porcellum, tutte a lui!


Giorni drammatici questi, dove un guasto al modem mi sta facendo saltare la connessione ad internet in continuazione. Dopo un grottesco e rapido praticantato su programmini per svelare eventuali intrusioni nella mia wi-fi, per capire cos'è un router, o un numero MAC di un dispositivo in rete, pare (dico pare) che i tecnici Vodafone abbiano svelato l'arcano e presto provvederanno a sostituirmi la vecchia ed obsoleta Station, causa presunta di questo mio purgatorio durato giorni.
Mah.
Approfitto di questo fugace attimo di collegamento con il mondo per postare una vignetta.
A presto, spero.
Haldeyde

26/11/13

Io non ho golpe


Che tenerezza. Davvero, è un peccato farlo decadere.
E' in assoluto il miglior rappresentante del popolo italiano. Cazzaro, bugiardo, vanitoso, ciarliero, avido, menefreghista, falso, mandrillo. Ci rappresenta in tutte le nostre più nefande spigolature.
Sul serio, spero che non se ne vada ad Antigua col jet privato.
E se decidesse di farlo, spero che si faccia spesso vivo in qualche talk show per continuare a vaniloquiare di questa inesistente sinistra italiana.
Così magari continueremo a credere che c'è ancora, la sinistra....
Haldeyde

24/11/13

L'uomo che non deve chiedere mai. La grazia.

Fa anche il preziosino, l'eversivo di Arcore!
"Io non chiederò mai la grazia. Semmai è lui che deve darmela", ha tuonato davanti a decine di coglioni travestiti da falchetti, che gridavano "bravo, Presidente!".
Ma io avrei osato di più. Per esempio:
1 - Il Presidente della Repubblica deve darmi la grazia, ma prima deve chiedere permesso e per favore.
2 - Il Presidente della Repubblica deve graziarmi la condanna per frode fiscale ed anche la prossima per prostituzione minorile, che tanto arriva.
3 - Che paese libero è quello dove non si può frodare il fisco ed impalmare qualche minorenne senza che arrivi un giudice di sinistra a romperti i coglioni?
E via discorrendo.
Insomma, l'abbiamo già detto: se io mi faccio beccare dall'autovelox trenta volte, non posso evocare un golpe ai miei danni senza passare verosimilmente per matto.
Credo che sia davvero ora di togliercelo dalle palle. Ci meritiamo dopo vent'anni di uscire dal medioevo.
Già, perché era nel Medioevo che una casta di vassalli, valvassori e valvassini si autoreferenziavano e taglieggiavano il popolo di tasse inique. Oggi abbiamo i La Russa, Cancellieri, Formigoni, tutti amici di ricchi e potenti, tutti in vacanza coi loro soldi e in affitto nelle loro case. E se li becchi, loro ti guardano, offesi, e ti dicono "Embé? Che cazzo vuoi, miserabile?" .
Già. Che cazzo vogliamo.
Loro sono loro. E noi non siamo 'n cazzo, parafrasando il Marchese Del Grillo.
Ma occhio....
Noi siamo tanti.
Haldeyde

18/11/13

20 tondi di fidanzamento


Ai colleghi ed amici che mi hanno chiesto un chiarimento.
Io e Nadia siamo sposati da 14 anni, ma "insieme" da 20.
Cos'è "insieme"? Non so voi, ma per me insieme è dal primo bacio in poi.
Non capisco il dubbio di taluni: forse per loro insieme vuol dire dalla prima presentazione con stretta di mano (salve sono il Dott. Pincopallino), altri dalla prima uscita in compagnia, oppure dal primo cinema (ma senza pomicio), o dal primo Risiko. Per me, come per tanti altri, insieme è dal primo bacio.
Ecco, il 14 novembre è stato il ventennale del mio primo bacio con Nadia, che, dopo un lungo pomeriggio nel quale io ci giravo in tondo senza mai arrivare al punto (lei era bellissima, anzi lo è, ed io ero un nerd con impossibili camicie floreali, retaggio di un gusto personalissimo - quello di mia madre), insomma, dopo ore di mio imbarazzante tergiversare, lei, pietosamente, mi ha detto "se hai voglia di baciarmi, fallo".
Ecco.
Vent'anni fa.
Un gesto pietoso di una ragazza bellissima si è tramutato in una storia d'amore e di rispetto assoluti che dura da un sacco di tempo.
E durerà ancora di più.
Haldeyde

17/11/13

Come Superciuk


Come Superciuk, il mitico antieroe, nemesi di Alan Ford e del gruppo TNT, c'è qualcuno che ruba ai poveri per dare ai ricchi. O allo Stato per dare alla Chiesa. Si chiama politica conservatrice, quella che ha generato mostri come l'8 X mille, l'esenzione dal pagamento dell'ICI, eccetera.
Scandaloso.
Ma poi l'indignazione passa. Credo che passerà anche a Papa Francesco.
A meno che non voglia restituire ai poveri il bottino accumulato negli ultimi decenni.
Haldeyde

13/11/13

Con la cultura non ti ingrassi


Come diceva l'ottimo Giulio Tremonti, la cultura non si mangia. Però può consentirti di mangiare a sbafo a spese dei contribuenti.
http://www.repubblica.it/politica/2013/11/12/news/arrestato_assessore_abruzzo-70791151/

Insomma, il bravo Luigi De Fanis (guardacaso PDL), assessore per la cultura in Abruzzo, pare si concedesse lussi a base di champagne e alberghi a carico della Regione.
La domanda però è: con i fondi destinati per la cultura nel nostro paese, quale categoria di alberghi poteva permettersi il De Fanis? E quale marca di champagne?
Magari un Tavernello...
Haldeyde

12/11/13

Occhio alle spalle!


Per carità.
Non voglio entrare nel merito del dramma del povero Gabriele Paolini, ingabbiato con pesanti accuse di induzione e sfruttamento di prostituzione minorile nonché detenzione di materiale pedopornografico. Da bravo garantista, preferisco che sia un giusto processo a stabilire se lui un delinquente o se sia vera la sua posizione in merito al fatto che in realtà il ragazzino di 17 anni sia veramente il suo fidanzato e che i filmini hard che li inquadravano erano effettivamente per loro esclusivo ed intimo sollazzo. Posso anche crederci, a 17 anni un ragazzino dei giorni nostri è sicuramente più scafato di quanto lo sia io a 46.
Non riesco però a trattenere un piccolo brivido di soddisfazione e di scherno per la malasorte che, per una volta, ha deciso di accanirsi su un individuo che, seppur non ancora dimostrato essere un pervertito delinquente, è sicuramente il campione olimpionico di stracciamento di palle. Un soggetto talmente irritante ed antipatico che, magari ingiustamente, un po' di bunga-bunga in fondo se lo merita.
Haldeyde

08/11/13

06/11/13

concorrenza sleale

Come può un dilettante come me fare satira quando in giro ci sono dei fenomeni che sparano battute come questa? Non è giusto.
Mi tocca tornare a fare il project manager della plastica a tempo pieno.
Haldeyde

03/11/13

In attesa di giudizio


Nella mia pochezza giornalistica non mi permetto di affrontare seriamente temi importanti come quello del sovraffollamento delle carceri, lasciando a ben più capaci mani suddetto compito, vedi ad esempio il vecchio post del mio amico Niarb sul suo meraviglioso blog Afterfindus:
Oggi è salito alle cronache l'intervento "umanitario" del Ministro della Giustizia, Anna Maria Cancellieri, che ha spinto tutti i bottoni della sua sala del comando affinché venissero concessi i domiciliari a Giulia Ligresti, una "madre anoressica".
Un intervento umanitario dovuto, ha detto lei, sorvolando sulla affettuosa amicizia ventennale che la lega alla famiglia degli immobiliaristi e finanzieri, financo ex datori di lavoro del figlio del ministro, Piergiorgio Peluso (liquidato con 3,6 milioni di euro da Fonsai prima di diventare direttore finanziario di Telecom).
Non entro nel merito delle capacità del figlio né di quelle della madre.
Dico solo che l'art.3 della nostra meravigliosa Costituzione dice: "Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali".
Giusto per ricordarlo.
E allora, Ministro, oltre che per l'amica di famiglia, nonché datore di lavoro strapagato del figlio, vogliamo fare qualcosa  anche per quei 24.744 detenuti in attesa di giudizio, ovvero in attesa di stabilire se siano colpevoli o innocenti? Senza auspicare ad abominevoli indulti, ma solo liberare spazio nelle carceri semplicemente concedendo libertà provvisoria a chi criminale ancora non è stato dichiarato e tenendo dentro chi invece è stato condannato?
Haldeyde

27/10/13

Ecchecaso!


Il PDL si scinde e nasce Forza Italia 2.0, un partito che, dopo la fuoriuscita dei guitti meno guitti, dei cialtroni meno cialtroni, dei prosseneti un po' meno prosseneti, concentrerà ad un livello molecolare molto più denso, e su pochi campioni, tutta la guittitudine, la cialtronaggine, l'inciucieria, la vanagloria e la cazzimma che prima era equamente suddivisa fra un maggior numero di componenti.
Contemporaneamente termina l'ora legale.
E tutto ciò non può essere frutto della casualità....
Haldeyde

La ragione per cui


Haldeyde

25/10/13

Perseguitati


Oramai non ho più parole, o versacci, o rutti, per esprimere il concetto.
Supponiamo, per assurdo, che sul 50% dei casi di persecuzione si tratti. Il 50% restante, ovvero una ventina di procedimenti giudiziari, sarebbero sacrosanti, ed uno con venti processi a suo carico non può dire di essere uno stinco di santo senza sghignazzare almeno un pochino.
Mettiamo che io prenda 40 multe per eccesso di velocità, su strade differenti (i processi, lui, non li ha soltanto a Milano). Ecco, se io dichiarassi di essere vittima di un complotto degli autovelox di sinistra, voi cosa pensereste?
Che sono un matto.
E se poi mi buttassi in politica per fare delle leggi che automaticamente facessero decadere le mie multe o dichiarassero antropologicamente differenti, un cancro della democrazia, gli autovelox?
Che sono un bel furbone.
Va là, bella vittima...Va in té casén.
Haldeyde

22/10/13

Stavolta lui non c'entra


Nonostante le tante cose che accomunano i due fenomeni, stavolta non è stato Silvio Berlusconi a fare il gesto dell'ombrello dedicato ad Equitalia, ma un Diego Armando Maradona nel mezzo di una intervista nel salotto buono di Fabio Fazio.
Oddio, non che il Cavaliere sia mai stato particolarmente espansivo nei confronti di Equitalia e del fisco in generale, ma al tempo delle sue dichiarazioni (tipo "mi sento moralmente autorizzato ad evadere le tasse", oppure "aboliremo Equitalia") non ricordo stuoli di Brunetta e Fassina a dargli del miserabile.
Pazienza, di sicuro Diego domenica sera non è stato un bell'esempio. Ma almeno lui nella sua vita ci ha regalato magnifici momenti di grande calcio, mentre Berlusconi....
Già. Cazzo ci ha regalato Berlusconi?
Un paese con le pezze al culo.
Haldeyde

17/10/13

Scelta comica


Ci sono vari modi per esprimere il dissenso verso una legge di stabilità truffa.
Mario Monti, per esempio, si dimette dal partito che ha creato.
Io, più prosaicamente, avrei mandato tutti a fan....

Haldeyde

02/10/13

Terrore dallo spazio profondo


Chissà, magari dopo la figura di pupù di oggi deciderà di tornare nuovamente su Titano...
Haldeyde

01/10/13

Diversamente


Sta succedendo qualcosa di incredibile: i diversamente berlusconiani davvero minacciano di staccarsi dai berlusconiani.
Mai avrei pensato di provare un moto di simpatia (piccolo, eh!) per gente come Alfano o Cicchitto, o addirittura il cerebroleso Giovanardi...
Haldeyde

30/09/13

Diversamente berlusconiani


Alfano ha tuonato:"Non ci intimidite!". "Sarò diversamente berlusconiano!".
E tutti ad interrogarsi cosa potesse significare questa frase, sulla bocca del cortigiano più cortigiano di tutti, l'uomo dei lodi Alfano, colui che non esisterebbe neppure se non fosse stato innalzato personalmente dal Dio Silvio, prima che lo sputtanasse dicendo che "non ha il quid".
Come si può essere diversamente berlusconiani?
Per esempio: "sono un evasore onesto!". Mmmh, puzza di ossimoro.
Oppure:"sarò un affidabile traditore!". Sa un po' di giuda iscariota.
"Un affettuoso violentatore". No.
"Un romantico misogino". No.
"Un liberista comunista". No, troppo diversamente.
"Un innocente condannato". Vabbé, questa e' emulazione diretta.
"Un patriottico golpista". Ci siamo quasi.
"Un demagogo antipopulista". Vabbé, tutti dicono di esserlo e poi sono entrambi.
"Un virile smidollato". No.
"Un assessuato trombatore". Beh, ho un sacco di amici che non distinguono i due livelli della realtà.
Insomma, Angelino, ci dica cosa intende per diversamente berlusconiano, in un partito che è composto da un unico sovrano ed un gruppo di mantenuti. Ci suggerisca come potrebbe Lei essere Alfano, o Brunetta Brunetta, o la Santanché Santanché, se non foste stati elevati a rango dal condannato Cavaliere Silvio Berlusconi. Chi sareste? Cosa fareste?
Mi creda: Le conviene continuare ad essere berlusconiano e basta.
Altrimenti si dissolverà in un peto.
Haldeyde

28/09/13

Un giorno triste?


Ok, lo spread che si impennerà, ok i mercati che ci ammazzeranno, ok la crisi, l'IMU, l'IVA. Ok che con questa legge elettorale porcata se si va a votare si rischia di avere altri vent'anni Berlusconi, Brunetta e la Santanché. Leggermente meglio se Grillo prendesse davvero il 51%, come è ancora convinto il comico ligure, forse perché pensa che io e gli altri 9 milioni dielettori siamo estasiati delle performances del Movimento 5 Stelle che abbiamo votato con tante aspettative.

Ma, ragionando in senso generale, se una massa di volgari lacché si dimette all'unisono solo ed esclusivamente per ricattare il Paese in nome di un delinquente condannato, la mia domanda è: perché dovrei esserne dispiaciuto?

Magari quei 10-11 milioni di lemmings, che ancora votano questa banda di imbelli, si rinsavisce, chi lo sa?

Puo' darsi che la merda che ci pioverà in testa dall'Europa, lunedì prossimo, sia solo l'incipit di una ripresa di coscienza. E magari di una storia che finirà bene.
Sperarlo non mi costa nulla.
Haldeyde

26/09/13

L'umiliazione


Nanni Moretti con il suo "Il Caimano" c'era andato molto vicino.
Vicino, ma non ci aveva azzeccato del tutto. La realtà può essere molto peggio.
Un'accozzaglia di scherani, mascherati da falchi e da colombe, sta per mandare in merda il paese nel tentativo di ottenere un salvacondotto per un condannato in Cassazione.
Centinaia di senatori e deputati che rimettono le loro dimissioni per salvare un delinquente. Gente pagata fior di milioni per occuparsi di legiferare per il bene comune, che invece intonano cori sovversivi contro la magistratura ed il Presidente della Repubblica.
Brunetta che parla di golpe. Brunetta...
La Santanché che tuona contro la parzialità del presidente della Repubblica. Lei...
Questa ghenga che farebbe schifo anche nei paesi sottosviluppati e nelle dittature del terzo mondo che si permette di riscrivere la realtà. Di farti mangiare la merda dicendo che è cioccolato fuso.
Ma non sono neppure loro. No, loro sono solo una mefitica emanazione.
Sono i 10-11 milioni di voti garantiti al condannato, da parte di gente ignara, o semplicemente in malafede, che preferisce votare per un bugiardo cronico e mangiatore di fumo e accontentarsi delle favole.
Intanto il mondo ci schifa. Facciamo pena a tutti, ve lo dico perché giro all'estero per lavoro e lo vivo di persona. Mi guardano sorpresi come se venissi da Marte. Persino in Turchia ci ridono dietro. Non vi dico in Francia o in Germania, dove continuamente mi chiedono:" Ma com'è possibile? Voi siete la capitale della cultura. Perché accettate tutto questo?"
E il mio ex partito (PD), intanto, cosa fa?
Litiga e gioca con i propri escrementi, come fanno i bimbi col pannolino.
E il mio attuale partito (M5S), prossimo ex, cosa fa?
Delira e si chiude in bagno a misurarsi il pistolino.

Io sinceramente non mi merito tutto questo. Non me lo merito....
Haldeyde

20/09/13

Ебать-копать! (*)


(*) Mi serviva una esclamazione in russo, che desse il senso dell' "Oh, cazzo...".
Così, scartabellando in rete, ho trovato questa bella pagina di parolacce:
http://www.russki-mat.net/it.html

E non dite che questo non è un sito dove ci si fa una cultura....
Buon divertimento, Говнодавы !
Haldeyde