26/09/14

Isis al Ministero dei Beni Culturali


"L'ISIS vuole distruggere la civiltà" ha profetizzato il presidente iraniano Rohani al congresso delle Nazioni Unite, cercando di smarcare l'Islam come religione dall'integralismo feroce del Califfato.
Tuttavia, in una intervista esclusiva a John il boia, la giornalista freelance Ulla Bagnasciuga è riuscita a farsi dire quali saranno i prossimi obbiettivi dell'Isis in materia di distruzione di monumenti antichi.
"L'Italia? No, per carità...", ha svelato John. "Ci sono stato in vacanza alcune volte e devo dire che sarebbe come sparare su un'ambulanza. Siamo dei crudeli decapitatori di turisti, ma a tutto c'è un limite.". Poi ha spiegato: "Noi distruggiamo i monumenti più antichi, le più sacre vestigia del passato, per fare tabula rasa della civiltà miscredente e farne concime per la crescita rigogliosa del nuovo Califfato. Ma in Italia ci avete già pensato da soli a far piazza pulita. Guardate in che stato lasciate andare i vostri monumenti più importanti, come Pompei od i vostri musei più prestigiosi. Una cosa imbarazzante. State spazzandovi il culo con il 50% del patrimonio culturale mondiale che avete concentrato in casa vostra. Cosa potremmo mai distruggere, noi dell'Isis, che non abbiate già mandato in malora voi?". Poi ha concluso: "Piuttosto, consegnateci gli ultimi vostri ministri dei Beni Culturali, così noi mandiamo qualche altro videomessaggio terrorizzante e voi vi prendete una rivincita su quegli incapaci. Un accordo win-win, un do ut des. Capisciammé".
L'intervista la potete vedere in esclusiva su Telecentro.
Haldeyde

1 commento:

Cristiana Moro ha detto...

Però, da che pulpito viene la predica!
Cristiana