03/09/14

Uzi e costumi


Mi spiace per il povero istruttore, ci mancherebbe! Magari è stata una mossa un po' dissennata quella di mettere una mitraglietta in mano ad una bambina di 9 anni, ma non è lui il colpevole.
Qualcuno l'ha pagato per fare quella roba lì e quel qualcuno sono i genitori della bambina. E che non la menino con lo sport, con la tradizione che vuole l'uomo cacciatore di pede, o con la necessità di difendersi dai cattivi. A 9 anni una bambina deve giocare a palla, possibilmente all'aria aperta, con i suoi amici o con i suoi genitori. Non deve imparare ad ammazzare. Perché l'Uzi è un'arma da guerra: non c'entra né con lo sport né con l'autodifesa.
Comunque, piccola, appena avrai superato questo trauma di aver involontariamente causato la morte di una persona, ricordati di queste lezioni con le armi da fuoco: potranno servirti a difenderti dalla tua famiglia.
Haldeyde

4 commenti:

mr.Hyde ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
mr.Hyde ha detto...

Si, c'è questa tendenza a mettere armi nelle mani dei bambini..
Genitori idioti generano spesso figli idioti quando va bene (purtroppo è un fatto genetico e lo si deve accettare) sennò anche potenziali assassini con gravi problemi psicologici..

renza.laracchia ha detto...

Ciao vecchiaccio, vedo che svignetti ancora..

Commento:
Al prossimo (ehm..!) istruttore figlio di John Wayne, suggerisco un lanciafiamme.
Certi giornali raccontano che era esperto.
Come dicono a Roma.. esperto de che..?

Haldeyde ha detto...

mr. Hyde: sarà, ma la cosa più pericolosa che faccio fare a mia figlia (troppo poco spesso) è sparecchiare...

Renza! Che piacere! Quand'è che ritorni fra i blogger? Sento la tua mancanza.