02/05/13

Il mio fucile era finto


http://www.repubblica.it/esteri/2013/05/01/news/usa_bimbo_di_5_anni_uccide_sorellina_con_il_fucile_

La notizia non è di per sé straordinaria: gli incidenti anche mortali nelle case dove convivono bambini ed armi da fuoco purtroppo sono tantissimi. Figuriamoci in Kentucky, dove uno che non ha un fucile o un Uzi in casa è equiparabile a chi in Italia non possiede il bagno.
Ma la cosa che reputo francamente atroce è che un genitore possa regalare ad un bambino di quattro anni un fucile, ma non un fucile finto, come ne ho avuti tanti anch'io quando giocavo a far finta di essere il Piccolo Ranger e sparavo ai cattivi dal mio fortino fatto di cuscini, ma un fottuto fucile vero!
Ma non un fottuto fucile vero normale, cristo!, un fucile vero, un fottuto 22 Crickett progettato per i bambini da questa merda di Keystone Sporting Arms, una azienda in Pennsylvania che produce circa 60,000 armi di quel tipo destinate ai pargoli, oltre a numerosi modelli per adulti. 
Lo slogan per pubblicizzare questi innocenti giocattoli è "Il mio primo fucile" e il sito dell'azienda ha una sezione che si chiama "L'angolo del bambino", con numerose foto di ragazzini intenti a colpire bersagli di vario genere. 
Parafrasando ancora una volta la Littizzetto, ci sono cose che si commentano solo con un "vaffanculo!"
Haldeyde

2 commenti:

mr.Hyde ha detto...

Luridi pezzi di merda i produttori + luridi pezzi di merda i genitori che fanno questi regali. Lo slogan mi lascia sbigottito..

magocamillo ha detto...

Mangiano troppa mayonnaise ed altre innumerevoli schifezze, il loro sistema circolatorio funziona come la Cloaca Massima.
Nel loro corpo non scorre sangue ma gelatina verde.
Sono talmente scemi che sembrano seguaci del duo BerLetta.
Il culmine del loro ciclo evolutivo si è manifestato negli Hare Krishna..!!!
Eh..! Eh..!