03/08/13

La guerra del soldato Bondi

Che uno con una faccia che sembra una panna cotta tremolante possa evocare, anzi minacciare, scenari di guerra civile, francamente sfiora il surreale. E' quello che ha fatto il migliore amico dell'uomo Berlusconi, il fido labrador Bondi, indirizzando al Presidente Napolitano una velata minaccia mascherata da supplica: dài la grazia a Silvio altrimenti sarà guerra civile, caos, vulcani che erutteranno lava incandescente, inversione del magnetismo terrestre, tempeste solari, piaghe di locuste, meteoriti, tsunami. E soprattutto montagne di cazzate, fra le quali spiccheranno quelle di Bondi e di tutto il PDL.
Bondi non ha capito che le piazze di Berlusconi si mobilitano solo se le paghi, e questa gente normalmente ti appoggia se gli riempi il palinsesto di figa e di calcio, ma di guerra civile non ne vuole sentire parlare: non hanno un grande spirito battagliero e partigiano, non si sentono spinti dalla necessità o dalla fame.
Tranquilli, non ci sarà guerra civile se Napolitano non firma la grazia, anche perché rischia il contrario, ovvero che, se putacaso la firma davvero, si incazzino una cinquantina di milioni di italiani (più tutto il mondo intero, nei confronti del quale faremmo veramente lo zenit delle figure di merda).
No. Qui la guerra civile si rischia se non si incomincia a fare sul serio con le riforme strutturali. Che non è la riforma della giustizia tailor made per le beghe del delinquente di Arcore.
Che la smettano di perdersi con le cazzate del cavaliere (fra poco ex cavaliere, essendo un condannato).
Se io vengo fermato 41 volte per eccesso di velocità, non c'è dubbio che io venga additato come un pirata. Farei ridere se evocassi il complotto della polizia stradale nei miei confronti. 
Berlusconi, a parte l'abigeato ed il traffico di organi, è o è stato indagato di tutto. E basta farmelo passare per un santo, con mezzo parlamento che ancora sta li a dibattere se sia giusto eliminare l'avversario per tribunali o se non sia più sportivo batterlo con le elezioni... Mo và a cagher...
A proposito: pur in regime di austerity, con milioni di italiani alla fame, questi hanno speso più di un miliardo di euro anche quest'anno per le auto blu.

Haldeyde

3 commenti:

Blackswan ha detto...

Condivido tutto, anche se la realtà, purtroppo è ancora più tragica e grottesca di quel che sembra. A parte le sparate di un pirletta come Bondi, non c'è bisogno di alcuna guerra civile.A questi, da lì, non li sposta nessuno, nano compreso. Grazie al Pd (le carte su Montepaschi le ha Berlusconi) e a Napolitano.Riforme ? Nemmeno l'ombra, fidati.

magocamillo ha detto...

Per favore non insultiamo i labrador..!

Haldeyde ha detto...

Soccia, Blackswan...mi hai gettato nella tristezza più cupa.....

@Mago, un paio di labrador mi hanno già fatto la cacca davanti al portone: mi sono dovuto scusare con l'associazione labrador romagnoli per averli accostati all'immagine di Bondi.