14/09/12

MILLE!

IL MILLESIMO POST!

Era l'ottobre di quattro anni fa e, in preda alla sindrome del quarantenne (+1) insoddisfatto, mi prendeva il desiderio incontenibile di aprire un blog. Proprio io che, tuttora, sono negato con qualsiasi ausilio elettronico poco più complesso di un telecomando. Io, che mi guardo intorno e vedo gente con gli smartphone e gli domando "ma telefona pure?".
In preda ad un attacco di compassione, la mia migliore amica Fiorella, al cui matrimonio sono onorato di fare da testimone fra pochi giorni, esperta al contrario di me di internet e blogghi vari, mi aiutava ad allestire il mio. Io la guardavo navigare, assaporando la mia totale ignoranza. Poi, piano piano, ho capito un po' come funzionava. Oggi posso dire con certezza che se l'ho fatto io può farlo anche un proto-lemure.
All'inizio, in pieno rigurgito senescente di malinconici remember dei tempi dell'Università, il mio intento era di pubblicare solo le vecchie vignette del mio passato di caricaturista di professori.
Poi mi ha preso la mano e, giorno dopo giorno, dopo mese, dopo anno, mi sono trovato ad avere un gruppo di caritatevoli lettori che mi onorano di qualche visita e del loro appezzamento. Un pensiero in particolare a Lino Giusti e Magocamillo che mi hanno sempre incoraggiato. Un migliaio di clic dopo un anno, centoquindicimila ad oggi.
L'hobby continua a prendermi e devo dire che non ci dedico poi così tanto tempo: grazie alla mia pigrizia cronica faccio sì e no un disegnino originale al mese, che poi ripropongo varie volte cambiando i colori e le battute nelle nuvole. Un escamotage poco leale che mi consente di aggiornare il blog quotidianamente con sempre fresche cazzatelle di giornata, senza negare la mia presenza alle mie donne di casa (Nadia e Vittoria, che cito spesso nel blog). Così, giorno dopo giorno, sono diventate MILLE, con questa che vi propongo. 
Così come la prima, poi la centesima, anche la millesima doveva essere una mia vignetta universitaria restaurata in Technicolor. In questa, nel lontano 1988 (credo), onoravo colui che sarebbe diventato il mio relatore durante il mio stupendo anno di internato a Chimica Industriale. Lo cito, senza il suo permesso, perché non posso fare altro che parlarne bene e ricordarlo anche meglio. Un luminare nel campo dei clusters organometallici ("il generale Cluster" di cui sopra), un docente preparato, un uomo buono, onesto, di una irresistibile timidezza in un fisico da buttafuori.
Ciao Giuliano.
E grazie di tutto.
Fabrizio.


3 commenti:

magocamillo ha detto...

Le tue vignette sono originali e di ottima qualità.
Mi hai insegnato molto.

Haldeyde ha detto...

Grazie Mago: è il complimento più bello che potessi farmi e che contraccambio.

Lino Giusti ha detto...

Ciao Halde, dai un'occhiata a www.crepapelle.net
Dimenticavo: ti seguo ogni giorno. ;-)
Ciao, grande allevo.

ChaoLin